20 minuti / in metro

Caratterizzata dall’imponente cupola visibile a distanza da numerosi punti di Roma, la Basilica di San Pietro è il cuore della cristianità e meta irrinunciabile di ogni turista, che può ammirarne la splendida facciata e le innumerevoli e preziose opere d’arte presenti al suo interno. La maestosità della Basilica e il suggestivo Colonnato che costeggia l’immensa piazza la rendono unica al mondo.

La Basilica originaria risale al 320 circa, costruita per volere dell’imperatore Costantino nel sito in cui si presumeva fosse stato sepolto l’apostolo Pietro dopo il martirio.

Nei secoli sono state apportate all’antica Basilica numerose variazioni e migliorie, commissionate a grandi artisti dai papi che si sono succeduti al trono pontificio. L’aspetto della facciata che possiamo ammirare oggi risale alle modifiche fatte nel Seicento dall’architetto Carlo Moderno.

La Cupola

La Cupola di San Pietro fu progettata da Michelangelo a metà del Cinquecento e dopo la sua morte, nel 1564, i lavori furono ripresi e completati da Giacomo Della Porta e Domenico Fontana. Un ascensore porta fino alla terrazza da dove è possibile ammirare l’enorme piazza e il panorama della città eterna. Da qui una scala di 330 scalini porta a un corridoio interno circolare dal quale è possibile quasi toccare i mosaici di Giuseppe Cesari (detto il Cavalier d'Arpino) del 1605. L'artista modificò la precedente cupola sulla quale avevano lavorato numerosi architetti creando un effetto leggero e slanciato, ma i successivi interventi del Seicento la trasformarono di nuovo.

Tesori d'arte

L’incantevole gruppo marmoreo della Pietà, scolpito da Michelangelo Buonarroti, è un’opera rappresentative dell’arte rinascimentale ed è uno dei capolavori più conosciuti al mondo. Si trova nella prima cappella della navata destra, protetta da una teca di cristallo infrangibile. Realizzata con il marmo di Carrara, la scultura è posta in una nicchia e la luce suggestiva che l’avvolge incanta i visitatori.

Il Baldacchino di San Pietro è l’imponente e prestigiosa struttura in bronzo, formata da quattro colonne, posta sopra la tomba di San Pietro e sotto la cupola. Di epoca barocca, il Baldacchino fu realizzato dal Bernini come ciborio su commissione di papa Urbano VIII Barberini.

Opera del Bernini è anche il Colonnato, realizzato fra il 1656 e il 1667. Le due parti semicircolari che lo compongono rappresentano le braccia aperte della Chiesa, che accoglie i fedeli che si riuniscono nella piazza per ascoltare il papa. Muovendosi all’interno della piazza si può ammirare una scenografia dinamica e si possono intravedere degli scorci attraverso le colonne. Al centro del Colonnato, formato da 284 colonne e 88 pilastri, si trova l’obelisco vaticano voluto da Sisto V.

 
I Musei Vaticani

I Musei Vaticani si trovano all'interno dello Stato della Città del Vaticano e rappresentano uno dei più vasti e visitati complessi museali al mondo. Comprendono anche il Museo Gregoriano Egizio, il Museo Etrusco, la Pinacoteca, le Stanze di Raffaello e la splendida Cappella Sistina. I numerosi tesori storici e artistici ospitati nei musei vanno dall'epoca egiziana all'arte contemporanea, e fra di essi si può ammirare il famoso gruppo marmoreo del Laoconte e l’Apollo del Belvedere.

Per evitare le file chilometriche è preferibile prenotare i biglietti on line.

La Cappella Sistina

La decorazione delle pareti della Cappella Sistina risale al Quattrocento ed è opera di pittori del calibro di Botticelli, Perugino, Ghirlandaio, solo per citarne alcuni. Nel 1508 papa Giulio II della Rovere incaricò Michelangelo di variare in parte le decorazioni e il geniale artista diede vita agli splendidi affreschi che ricoprono la volta e decorò la parte alta delle pareti con le lunette. Risale invece al 1533, sempre ad opera di Michelangelo e su commissione di papa Clemente VII de’ Medici, il sublime Giudizio Universale, dipinto sopra la parete d’altare. L’immensità dell’opera lascia i visitatori senza fiato.

keyboard_arrow_up